https://besthookupwebsites.org/it/affrontano-rotture-e-perche-sbagliano/Come gli uomini affrontano le rotture e perché sbagliano

Come gli uomini affrontano le rotture e perché sbagliano

Come gli uomini affrontano le rotture e perché sbagliano

Che tu sia un uomo che vacilla per essere stato accartocciato senza tante cerimonie e lanciato nel cestino dell’amore, o una donna sconcertata dal comportamento di un ex che eri convinto fosse sano di mente, è probabile che ti sia capitato di leggere questo articolo nel bel mezzo di una frenetica sessione di Google indotta da crepacuore.

Mentre Internet è inondato di consigli di rottura per le donne, ci sono pochissime informazioni su come gli uomini affrontano le rotture. Per la maggior parte, sembra che gli uomini siano lasciati a capirlo da soli. Pertanto, nel tentativo di aiutare tutti gli ex fidanzati singhiozzanti del mondo, indossiamo i nostri camici da laboratorio e rovistiamo nella testa di un maschio medio!

La scienza del comportamento degli uomini dopo una rottura

Nelle relazioni eterosessuali, lo studio più importante sulle differenze nel modo in cui ogni genere affronta il crepacuore proviene dai ricercatori della Binghamton University, che hanno aperto le loro vite personali di 6.000 partecipanti in 96 paesi chiedendo loro di valutare il dolore emotivo della loro ultima rottura. Su una scala in cui 0 era indolore e 10 era insopportabile, in media, le donne hanno classificato il dolore emotivo a 6,84, mentre gli uomini hanno riportato una media leggermente inferiore di 6,58.

La svolta, tuttavia, arriva quando si guarda alla rottura su una scala temporale più lunga. Mentre le donne sono inizialmente colpite più duramente, lo studio ha anche scoperto che si riprendono più completamente, risorgendo dalle ceneri della loro vecchia relazione come una fenice (anche se con un nuovo taglio di capelli, un’immagine del profilo aggiornata e un nuovo abbonamento alle lezioni di yoga). Al contrario, per quanto riguarda il modo in cui gli uomini affrontano le rotture, lo studio ha scoperto che i ragazzi non sperimentano mai veramente questo tipo di recupero, ma semplicemente portano avanti le loro vite.

Ci sono diversi motivi per cui le donne tendono a navigare al tramonto dopo la rottura mentre gli uomini si crogiolano nelle loro mutande per mesi e mesi. Diversi studi sul comportamento degli uomini dopo una rottura hanno scoperto che un uomo sposato è incoraggiato dalla moglie a prendere comportamenti più sani, come smettere di fumare e ridurre la quantità di alcol che consuma. Dopo la relazione, un uomo rischia di scivolare (o cadere in picchiata) di nuovo nelle vecchie cattive abitudini, in parte nel tentativo di “ riscoprire ” il suo vecchio io single, e in parte per intorpidire i sentimenti negativi che sorgono naturalmente sulla scia di una scissione.

Oltre a dare un bel calcio al suo fegato, un uomo appena single soffrirà anche per la perdita della sua “casa” spirituale: il suo partner. Mentre le donne tendono ad avere reti di supporto sociale ampie e complesse all’interno delle quali condividere il loro dolore, le reti di amicizia degli uomini sono, in media, molto più piccole e meno intime. In uno studio che ha chiesto ai partecipanti a chi si sarebbero rivolti per primi se si sentissero depressi, il 71% degli uomini ha scelto le proprie mogli, mentre solo il 39% delle donne ha scelto i mariti come confidente.

Poiché lo stereotipo della mascolinità nella società odierna impone agli uomini di essere aggressivi, autosufficienti ed emotivamente conservatori, i maschi sono scoraggiati dall’aprirsi l’un l’altro sin dalla giovane età, e naturalmente questo ha un effetto disastroso sul modo in cui gli uomini affrontano le rotture. Di conseguenza, i loro partner assumono presto il ruolo di ascoltatore capo, quello su cui si accumulano tutte le preoccupazioni, le speranze e le paure dell’uomo. Quando una donna lascia il suo partner, spesso prende inconsapevolmente tutto il suo sistema di supporto emotivo con sé.

(Veramente utile) Consigli di rottura per gli uomini

Come avrai già intuito, la maggior parte delle ricerche indica che gli uomini sono generalmente disastrosi quando si tratta di gestire le rotture. Quindi, allora, la domanda da un milione di dollari: cosa deve fare un uomo innamorato? Fortunatamente per te, caro lettore, la risposta è proprio davanti ai tuoi occhi. In breve, fai il contrario di tutto ciò che è descritto nei paragrafi precedenti. Ma da dove cominciare? Dopo una vita passata a ingerire strategie di coping disadattive, è possibile rimettersi in carreggiata? (Non preoccuparti, lo è sicuramente.)

Per molti uomini, il primo istinto in una rottura è l’autodistruzione: tornare a piroetta nel passato, riempiendo il tempo libero con abitudini malsane e alcol a buon mercato per intorpidire il dolore. Suggerimento: non farlo. L’alcol è un depressivo. L’esercizio, tuttavia, è l’opposto: aumenta il flusso sanguigno al cervello, rilascia endorfine e aumenta la produzione di serotonina, che è in gran parte responsabile della nostra felicità quotidiana.

Invece di passare l’improvvisa pila di ore vuote che hai acquisito a deprimerti nei tuoi sudori e guardare accigliato il mondo attraverso le crepe nelle tende tirate, usa il tuo nuovo tempo libero per migliorare te stesso o tornare a un hobby che hai perso i contatti con. Se stai cercando di riconnetterti con il vecchio “tu”, è molto più probabile che tu trovi la risposta nei tuoi passatempi preferiti che sul fondo di un bicchiere.

Cosa fare dopo una rottura per ragazzi

Successivamente, è il momento di riempire quel vuoto a forma di ragazza nel tuo sistema di supporto. La risposta qui (anche se allettante) non è necessariamente rimbalzare e aggrapparsi al prossimo potenziale partner che ti lancia un sorriso comprensivo. Invece, ingoia tutta quella stupida paura maschile di apparire debole e apriti. Che si tratti di uno sfogo catartico davanti a un drink con gli amici o di una telefonata in lacrime ai tuoi genitori, aprirsi è il primo passo per recuperare completamente.

Il tuo vecchio sistema di supporto era una persona che, sebbene un’idea abbastanza carina, non è pratica per funzionare in modo sano – immagina di provare a costruire una cattedrale usando un solo pilastro. Un problema condiviso è un problema dimezzato, quindi continua a condividere e alla fine, anche se potrebbe non essere possibile immaginarlo in questo momento, sentirai di nuovo il tuo vecchio sé – e non solo, ma sarai più ben radicato e sicuro che mai.

Se ti senti ancora triste, ecco un ultimo consiglio del paroliere del XIX secolo Kahlil Gibran: “Dalla sofferenza sono emerse le anime più forti; i personaggi più massicci sono segnati da cicatrici “.

E una volta che ti sei ripreso e sei emerso sbattendo le palpebre alla luce del sole di un nuovo giorno? Bene, forse è ora di unirti a Elite Singles!

Pamela Cesar
Pamela Cesar
Pamela Cesar
MS, RD e scrittore
Pamela è un'esperta di relazioni e analista del linguaggio. Grazie alla sua laurea in giornalismo, master in linguistica e incontri passati con crepacuore; entra in empatia con i suoi clienti e li aiuta a comprendere e trasmettere le loro emozioni in modo efficace e ottimista al loro altro significativo.

I migliori siti di incontri

Essere cattivo
8.3
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
Together2Night
9.5
Leggere
inviare una recensione
Valutazione: